Segnalo due articoli:

  • “la creazione del falso profilo facebook non costituisce, di per sé, violazione dei principi di buona fede e correttezza nell’esecuzione del rapporto di lavoro, attenendo ad una mera modalità di accertamento dell’illecito commesso dal lavoratore, non invasiva né induttiva all’infrazione, avendo funzionato come mera occasione o sollecitazione cui il lavoratore ha prontamente e consapevolmente aderito” (Rif. Cassazione Civile, sez. lavoro, sentenza 27/05/2015 n° 10955 – articolo di A.Pittoni su Altalex)
  • I controlli a distanza sui lavoratori dopo i decreti attuativi del Jobs Act: le esigenze del datore di lavoro e del lavoratore … (articolo di G.Saracino sul Altalex)
Posted in Senza categoria