Ancora una sentenza che attribuisce ad una semplice e-mail (un documento informatico sottoscritto con firma elettronica leggera ed in tal senso liberamente valutabile tenendo conto delle caratteristiche oggettive di qualità, sicurezza, integrità e immodificabilità) valore probatorio in ordine all’esistenza di un rapporto giuridico ed in particolare di un credito (Tribunale di Termini Imerese – 22/2/2015).
Se di interesse, sulla valenza della posta elettronica e della posta elettronica certificata, ho ampiamente trattato nella mia tesi di laurea sul domicilio digitale (da pag. 33).
Posted in Senza categoria